Menu:

Latest news:

25 Nov 2012:
Mercatino di Natale

La preistoria e l'alta valle Po

In occasione dell’ 8° edizione de “LHI MARTSA’ DAL BAMBIN”, i mercati del Natale svoltasi domenica 25 Novembre 2012 ad Oncino (Cn), era stato possibile trovare un nuovo libro che tratta dell’antica storia che ha avuto questo piccolo paese dell’alta valle Po.

Il libro intitolato LA PREISTORIA E L'ALTA VALLE PO parla di asce e amuleti antichissimi ritrovati in vari siti europei (da Malta alla Danimarca, dalla Slovenia alla Gran Bretagna) che risultano prodotti con materiale estratto dalle rocce del Monviso. Questo significa che oltre 6000 anni fa uomini preistorici hanno vissuto e lavorato in alta valle Po, nelle cave neolitiche recentemente scoperte.

Il testo si compone di varie parti : una che tratta la preistoria a livello generale, un’altra che descrive le scoperte relative al territorio del Monviso, una terza con i ritrovamenti recenti più sorprendenti legati alle epoche più lontane ed infine le considerazioni conclusive personali dell’autore, tutto intervallato da cartine e foto inerenti la valle PO e gli argomenti trattati.

L'autore Giovanni Allisio, nel 2008 ha scoperto l'argomento da notizie del marsigliese Toni Prima, amico e con le stesse origini oncinesi, che lo hanno avvicinato alla voglia di approfondire una parte di storia poco nota che a livello scientifico ha una grande importanza ma allo stesso tempo in area locale non ha avuto il giusto risalto, fino al 26 Ottobre 2013 quando è stata inaugurata a Pinerolo, a cura del CeSMAP, una mostra internazionale "La Pietra Verde del Monviso, 7000 anni fa, dalle Alpi Occidentali all'Europa", esposizione che tratta in modo ampio il tema in questione, visitabile nella Chiesa di S. Agostino fino al 30 Marzo 2014 (La Pietra Verde del Monviso).

L’invito è innanzi tutto leggere il libro per poi frequentare i luoghi descritti percorrendo gli antichi sentieri fino alle creste di confine con le valli attigue, rispettando le bellezze naturali e le opere che ci hanno lasciato tutte le generazioni passate: uno dei motivi per cui questo libro è stato pubblicato.